Cartomanzia

La cartomanzia è un arte divinatoria molto antica, ed ai nostri giorni è estremamente diffusa in moltissimi contesti sociali e culturali. Ad oggi non si hanno vere e proprie certezza a riguardo la nascita della cartomanzia. 

Si hanno delle indicazioni che risalgono al Cinquecento, in Germania che veniva usata come gioco di società, a cui l’estrazione di una carta corrispondeva ad una spiegazione con un relativo significato. In un certo qual modo come una cosa molto simile ai King cinesi. 

Anche nella stessa Italia ritroviamo nel rinascimento il Giardino dei Pensieri di Francesco Marcolini da Forli. Che fu pubblicato nella seconda metà del Cinquecento il quale usa 36 carte a semi italiani. Dove il lettore sceglieva una domanda del primo capitolo e pescare una sequenza di coppie. Le quali attraverso un certo tipo di calcolo e procedura, gli veniva fornita la risposta. 

Anche in Inghilettra grazie a Dorman Newman venne pubblicato un primo mazzo di carte specializzato nelle predizioni. Seguendo grossomodo la metodologia che si segue ai nostri giorni. Fino ad arrivare alla cartomanzia dei nostri giorni che si svilupperà sono dopo il 1770. 

Non a caso è una data interessante perché lo sviluppo della cartomanzia intesa in senso moderno si sviluppa proprio in quel periodo che viene considerato il periodo di passaggio dall’Era dei Pesci all’Era dell’Aquario. 

Come anche il passaggio storico artistico della rivoluzione industriale con la rivoluzione estetica ed artistica. Pertanto il 1770 è un periodo di grande apertura storica. 

Cartomanzia in Francia 

La prima pubblicazione che viene presentata come una pubblicazione di cartomanzia risale a Parigi. Grazie alla pubblicazione di Etteille dove l’autore Jean Baptiste Alliette spiegava l’uso delle normarli carte francesi per predire il futuro. E solo dopo qualche anno lo stesso Etteille darà in stampa il primo mazzo di Taroochi. 

Cartomanzia in Italia 

Chiaramente l’Italia non è da meno visto che si trova ad avere una forte controversia con la Francia perché attribuisce la titolarità dei tarocchi all’Italia. Visto che presso la biblioteca di Bologna ancora oggi si conserva uno dei primi manoscritti del 1750 in sui si possono leggere i significati divinatori del Tarocchino bolognese. 

Mazzi da divinazione nella Cartomanzia

Negli ultimi secoli le carte di divinazione sono moltissimi, ogni cartomante professionista usa il proprio e in particolar modo lo usa fino a che le carte non cadono a pezzi. Visto che ogni cartomante è molto attaccato alle sue carte. 

Tra i mazzi di carte più note abbiamo le Sibille Italiane, quelle parigine, quelle Zigane come anche quelle dell’Oracle Belline, ed infine i Tarocchi di Marsiglia che hanno 78 carte e sono quelle più utilizzate dai cartomanti professionisti. 

Alexander cartomanzia professionale
(Per solo un pubblico adulto)
About AlexanderCartomante 107 Articles
Alexander cartomante professionista a Roma con 35 anni di esperienza professionale nella cartomanzia e nella consulenza di tarocchi.

1 Trackback / Pingback

  1. Cartomanzia e divinazione -

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.