Cartomanzia perché i tempi non sono precisi

Una delle domande che  spesso ci si pone nella cartomanzia perché i tempi non sono precisi. È una domanda complessa da rispondere, visto che la questione dei tempi è una variabile costante nella cartomanzia.

Del resto la cartomanzia è sicuramente un’arte divinatoria, ma rimane con un margine ampio, visto che la cartomanzia è un arte e come tutte le arti bisogna vederla da un certo punto di vista.

I tempi nella cartomanzia trovo che siano vaghi anche perché il livello di aspettativa deve essere ampio e non circoscritto con una specifica data. Il bravo cartomante se è anche un sensitivo visualizza dei numeri, che possono appartenere o essere di riferimento a degli eventi. Come anche il bravo esperto di tarocchi cioè il Tarologo, può considerare i tempi in base agli elementi e alle stagioni.

Ecco il perché nella cartomanzia i tempi non sono precisi. Per avere maggiore precisione riguarda i tempi, è importante usare l’astrologia visto che grazie alla astro cartomanzia si riescono a evidenziare meglio i tempi in base ai transiti dei pianeti.

Ma anche qui è complesso perché con i pianeti sappiamo le date dei passaggi ma non esattamente quando si può scaturire l’evento. Usare entrambi le arti senza dubbio è di grande aiuto a ci aiuta a comprendere meglio nella sua globalità tutto il passaggio temporale della nostra richiesta e della nostra domanda.

I Tempi dei Tarocchi e della cartomanzia 

Come ogni linguaggio i tempi sono un aspetto importante per poter comprendere bene il significato delle cose, nei tarocchi in un certo qual modo possiamo distinguere due tempi. I tempi prossimi e i tempi lontani.

In primis bisogna vedere il tipo di esperienza che si desidera fare; ad esempio se una persona non è mai andata a farsi leggere le carte e chiaro che la consulenza può durare anche un ora e trenta. Dove si analizzano tante dinamiche che vengono a sua volta viste nella globalità, ed in generale. Facendo si che delle cose possono accadere con anni e anni di distanza.

Poi vi è la visione più prossima e più specifica, che tende a consultare le persone che sono state già nostre clienti e che desiderano nuovamente farsi leggere le carte e sapere di più nello specifico.

Allora in questo caso si cerca di dare dei tempi. Ognuno ha la sua visione sui tempi, molto dipende anche dal tipo di servizio e consulenza che si ha. La quale fa una bella differenza, visto che il metodo di pagamento del consulto dei tarocchi come anche il consulto astrologico. 

Se il consulto è una tantum è viene pagato a parcella è una cosa anche perché sicuramente risulta più professionale e maturo come rapporto di consulenza. Se invece è pagato a minuti e chiaro che le dinamiche cambiano, pertanto bisogna saper scegliere ciò che si ritiene che sia meglio per noi.

Alexander cartomanzia professionale
(Per solo un pubblico adulto)
About AlexanderCartomante 107 Articles
Alexander cartomante professionista a Roma con 35 anni di esperienza professionale nella cartomanzia e nella consulenza di tarocchi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.